Home > News > 2012 > Anche il Negozio Olivetti di Venezia partecipa alla 13 Mostra Internazionale della Biennale di Venezia
Anche il Negozio Olivetti di Venezia partecipa alla 13 Mostra Internazionale della Biennale di Venezia
30 agosto 2012

La storia di Adriano Olivetti sarà ripercorsa al Padiglione Italia ma anche nello showroom di Piazza S.Marco, oggi gestito dal Fondo Ambiente Italiano, con la mostra Programmare l’arte. Olivetti e le neoavanguardie cinetiche.


Mentre il Padiglione Italia della 13. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, apre con l’esperienza comunitaria di Adriano Olivetti, nel pieno centro di Venezia, in uno dei più famosi showroom della Olivetti progettato dall’architetto Carlo Scarpa, si riprende, a cinquant’anni di distanza, l’esposizione sull’Arte Programmata che animò i Negozi Olivetti di Milano e Venezia nel 1962, curata da Bruno Munari e corredata da un testo di Umberto Eco.

Questa versione contemporanea, che peraltro rientra tra i diciotto eventi collaterali della Biennale, è curata da Marco Meneguzzo, Enrico Morteo, Alberto Saibene e promossa dal Fondo Ambiente Italiano, in collaborazione con la Fondazione Adriano Olivetti e il Museo del Novecento di Milano.

L’arte programmata è stata espressione di un cambiamento in un’epoca, gli anni cinquanta, in cui il naturale punto di riferimento era proprio la Olivetti di Adriano. Artisti come Bruno Munari, Enzo Mari, Paul Bury e i due Gruppi N e T sperimentavano le numerose possibilità di movimento nell’opera d’arte dando vita a strutture mobili e continuamente variabili, ma che obbediscono a un calcolo e a un programma rigorosi, di tipo quasi scientifico.

Nella mostra al Negozio Olivetti, visibile fino al 28 ottobre, sono allestite 13 opere tra filmati d’epoca, fotografie e documenti originali.

Negozio Olivetti
Piazza San Marco
Venezia, 30 agosto - 14 ottobre


per maggiori informazioni visita il sito del FAI