Home > News > 2012 > L’Ivrea di Adriano Olivetti e il futuro di un’eredità, se ne parla alla Biennale di Architettura
L’Ivrea di Adriano Olivetti e il futuro di un’eredità, se ne parla alla Biennale di Architettura
09 novembre 2012

Sabato 10 novembre dalle ore 10.30 si è svolto - nell’ambito del ciclo di incontri promossi all’interno del Padiglione Italia dall’INARCH - l’incontro "L’Ivrea di Adriano Olivetti e il futuro di un’eredità. Un’architettura moderna candidata a sito UNESCO".

Mancano due settimane alla chiusura della 13. Mostra Internazionale di Architettura e all’interno del Padiglione Italia, l’INARCH ha promosso un ciclo di incontri di approfondimento delle tematiche della mostra "Le Quattro Stagioni. Architetture del Made in Italy da Adriano Olivetti alla Green Economy" che apre proprio con la sezione dedicata a Adriano Olivetti.

L’incontro di sabato 10 novembre ha indagato alcuni aspetti della visione olivettiana, ancora molto attuali, nonchè la sua eredità.

Sono intervenuti, tra gli altri, Laura Olivetti, Presidente della Fondazione Adriano Olivetti; Adele Cesi, Ufficio Patrimonio Unesco; Carlo Della Pepa, Sindaco di Ivrea; Patrizia Bonifazio, responsabile scientifico del progetto di candidatura Unesco di Ivrea; Amerigo Restucci, Rettore IUAV, Furio Colombo.

SCARICA QUI IL PROGRAMMA