Home > News > 2013 > Nuova uscita della Collana Intangibili: Matera e Adriano Olivetti
Nuova uscita della Collana Intangibili: Matera e Adriano Olivetti
01 agosto 2013

Matera e Adriano Olivetti di Federico Bilò e Ettore Vadini, è il nuovo libro della Collana Intangibili scaricabile integralmente a questa pagina .

Nel 1950 Adriano Olivetti arriva a Matera,“capitale simbolica del mondo contadino”. Incontra i giovani fratelli Sacco e con loro e con molti altri, trasformerà Matera in un laboratorio a cielo aperto.

Nel libro la testimonianza inedita di Friedrich G. Friedmann raccolta nel 1987 da Laura Olivetti, inquadrerà il contesto storico e sociale in cui il lettore avrà modo di calarsi più profondamente attraverso le parole dei fratelli Leonardo e Albino Sacco, tra i protagonisti e testimoni di quella che oggi forse potremmo definire una primavera materana ante litteram. A raccontarci la storia più recente sarà invece Luigi Acito, architetto, già Presidente della sezione INU Basilicata, che nella postfazione narrerà il percorso che dal Concorso di Idee ha portato Matera a diventare oggi Patrimonio UNESCO. Gli articoli pubblicati tra il 1954 e il 1955 sulle riviste “Centro Sociale”, “Comunità”, “Casabella Continuità” e “Basilicata” faranno invece da contrappunto ai testi degli autori Federico Bilò e Ettore Vadini, che da due prospettive diverse, l’analisi della pianificazione urbanistica e l’apporto delle scienze sociali, indagano un’esperienza emblematica della storia del nostro Paese.