Home > News > 2015 > Presentazione del libro "Matera e Adriano Olivetti" al Museo di Palazzo Lanfranchi a Matera, mercoledý 28 gennaio alle ore 17
Presentazione del libro "Matera e Adriano Olivetti" al Museo di Palazzo Lanfranchi a Matera, mercoledý 28 gennaio alle ore 17
04 febbraio 2015

Mercoledì 28 gennaio alle ore 17, presso il Museo di Palazzo Lanfranchi di Matera, si è svolta la presentazione del libro "Matera e Adriano Olivetti" pubblicato nel 2013 dalla Fondazione Adriano Olivetti, a sostegno del progetto di candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019. 

La portata dell’azione olivettiana a Matera è poco nota, ma ancora viva  sul territorio tanto da tornare spesse volte nelle parole del dossier della candidatura materana
Quel filo che lega Matera a Ivrea e passa anche per l’Abruzzo e per il Lazio, è un’idea comunitaria. Un sentimento di ricostruzione che muove Adriano #Olivetti, tra il 1950 e il 1960, nel doppio ruolo di Presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica e Vice Presidente dell’UNRRA CASAS, l’ente preposto alla ricostruzione post-bellica. 

E’ una storia molto importante, una storia esemplare per il nostro Paese, quella raccontata nel libro Matera e Adriano Olivetti, in cui si alternano materiali di archivio, documenti più recenti  e testimonianze fra cui quella inedita del sociologo Friedrich G.  Friedman, raccolta da Laura Olivetti, figlia di Adriano e attuale Presidente della Fondazione Adriano Olivetti. 

Il laboratorio sociale a cui Adriano Olivetti da impulso a Matera negli anni Cinquanta, è formato da una comunità di architetti, urbanisti, sociologi, letterati, filosofi, antropologi e assistenti sociali che grazie ad un lavoro fortemente interdisciplinare creano le premesse per restituire dignità e nuova cittadinanza a quella che era considerata la vergogna nazionale, oggi esemplare modello di un patrimonio rigenerato.

Ad introdurre la presentazione del volume sono stati il Sindaco di Matera Salvatore Adduce e la Soprintendente per i beni storici, artistici ed etnoantropologici della Basilicata, Marta Ragozzino

Mentre ad intervenire sull’eredità e l’attualità dell’azione olivettiana a Matera sono stati: Carlo Pozzi, Professore in Composizione Architettonica al Dipartimento di Architettura dell’Università di Pescara; Domenico De Masi, Professore emerito di Sociologia del lavoro all’Università La Sapienza di Roma insieme con Albino Sacco e gli autori del volume Federico Bilò e Ettore Vadini, moderati da Francesca Limana, responsabile comunicazione e progetti editoriali della Fondazione Adriano Olivetti. 

SCARICA QUI IL LIBRO

SCARICA LA LOCANDINA DELL’INCONTRO 

LEGGI L’ARTICOLO
Sassi di Matera. Dc e PCI contro l’utopia di Olivetti_ La Stampa _ Maggio 2014


Da maggio 2016 è disponibile una nuova edizione del volume pubblicata dalle Edizioni di Comunità. LEGGI QUI LA SCHEDA O ACQUISTA IL VOLUME