Home > News > 2016 > A Trieste il convegno "Servizio sociale di comunità e community development tra passato e futuro: l’esperienza italiana in prospettiva transnazionale"
A Trieste il convegno "Servizio sociale di comunità e community development tra passato e futuro: l’esperienza italiana in prospettiva transnazionale"
28 novembre 2016

Il 29 e il 30 novembre, il Civico Museo Sartoris di Trieste, ha ospitato il convegno Servizio sociale di comunità e community development tra passato e futuro: l’esperienza italiana in prospettiva transnazionale, promosso dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste, con il patrocinio dell’AIS e dell’IRSES.  

Le due giornate hanno visto impegnati più di venti studiosi, fra relatori e discussant, sui temi del servizio sociale e dello sviluppo comunitario, tra esperienze passate e prospettive future.
Tre le sessioni di lavoro: 1) Progetti pilota nel secondo dopoguerra: tra contaminazioni internazionali ed echi nel presente; 2) Lavoro di comunità, progettazione urbanistica ed edilizia; 3) Il servizio sociale italiano: dalla ricostruzione post bellica alla post modernità degli inizi del nuovo millennio

Ad introdurre i lavori del convegno sono stati Elisabetta Vezzosi e Francesco Lazzari dell’Università di Trieste, preceduti dai saluti istituzionali di Fabio Polidori, del Dipartimento Studi Umanistici dell’Università di Trieste; Francesca Limana della Fondazione Adriano Olivetti; Maria Stefani della Società per la Storia del Servizio Sociale. 

In occasione del convegno sarà presentato il lavoro di riordino e inventariazione del Fondo Angela Zucconi|Cepas, realizzato grazie al contributo del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste, nell’ambito del progetto di ricerca “Il servizio sociale italiano tra professionalizzazione, lavoro di comunità e community development: una dimensione transnazionale (1946-1980)”, coordinato da Elisabetta Vezzosi. Il lavoro di riordino ha permesso ad alcuni trra i relatori presenti al convegno, di condurre le ricerche in particolare quelle relative ai casi studio sull’UNRRA Casas (Progetto Pilota per l’Abruzzo, del Progetto Pilota per la Sardegna) e sul progetto Shell di Borgo a Mozzano. 

L’inventario del Fondo Angela Zucconi|Cepas è pubblicato nella Collana Intangibili della Fondazione ed è interamente scaricabile da questa pagina. 

SCARICA QUI LA LOCANDINA CON IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO