Home > News > 2019 > La Fondazione Adriano Olivetti partner di Google Arts & Culture
La Fondazione Adriano Olivetti partner di Google Arts & Culture
06 marzo 2019

Esplora le più grandi invenzioni e scoperte dell’umanità grazie al nuovo progetto interattivo online di Google Arts &  Culture realizzato in collaborazione con la Fondazione Adriano Olivetti. 

Google Arts & Culture lancia "Tutto Inizia da un’idea", la più grande mostra online su invenzioni e scoperte mai curata. Le collezioni, i racconti e il bagaglio di conoscenze di oltre 110 istituzioni di 23 paesi, tra cui la Fondazione Adriano Olivetti, sono state riunite per rivelare millenni di scoperte e le grandi menti che ci sono dietro.

Chiunque può esplorare più di 400 mostre interattive che rendono omaggio ai più grandi progressi dell’umanità nel campo della scienza e della tecnologia, ai sognatori che hanno dato forma al mondo di oggi, ma anche a storie di completi fallimenti e a incidenti che si sono rivelati un vero e proprio colpo di fortuna.  

La Fondazione Adriano Olivetti contribuisce al progetto Google Arts & Culture con una collezione di oltre 200 oggetti digitali, che raccontano una storia straordinaria, oggi riconosciuta patrimonio dell’umanità grazie alla recente iscrizione di Ivrea, città industriale del XX secolo, nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.  

Un vero e proprio Alfabeto Olivettiano fatto di storie, documenti, invenzioni, scoperte e innovazioni, non solo nei prodotti, che hanno migliorato la nostra vita e che, ancora oggi, costituiscono un riferimento fondamentale per tutti coloro che producono e progettano il futuro. 

Cinque percorsi interattivi che i visitatori potranno virtualmente esplorare alla scoperta anche dei luoghi di lavoro e di vita legati alla storia e alle peculiarità della fabbrica di Ivrea, grazie all’aiuto di Google Street View. Luoghi spesso chiusi al pubblico, che incarnano e restituiscono il disegno imprenditoriale e sociale promosso da Camillo Olivetti prima e da suo figlio Adriano poi, entrambi esempi di autentici imprenditori sociali. 


LEGGI QUI IL COMUNICATO STAMPA