Home > News > 2011 > Premio Imprenditore Olivettiano 2011 ad Adolfo Guzzini e Gianluca Martino
Premio Imprenditore Olivettiano 2011 ad Adolfo Guzzini e Gianluca Martino
30 maggio 2011

Nella foto, da sinistra: Bruno Lamborghini, Adolfo Guzzini, Laura Olivetti,Francesco Forlenza

Laura Olivetti, Francesco Forlenza e Bruno Lamborghini hanno consegnato lunedì 30 maggio, il Premio Imprenditore Olivettiano 2011 ad Adolfo Guzzini, Presidente di iGuzzini Illuminazione di Recanati, e a Gianluca Martino, fondatore di Smart Projects, società con sede a Scarmagno.

Gli imprenditori premiati, pur operando in settori molto diversi, si ispirano nel loro stile imprenditoriale a diversi aspetti tipici del modello olivettiano, come testimoniano le motivazioni del Premio.

Adolfo Guzzini è stato premiato "per aver guidato lo sviluppo della società iGuzzini Illuminazione con un costante impegno di innovazione e di ricerca della bellezza delle architetture aperte e del design, facendo della luce un elemento di cultura. I successi conseguiti su scala mondiale sono frutto di uno stile imprenditoriale che alla passione e ai ruoli istituzionali per l’architettura e il design affianca il forte impegno per la collaborazione e la crescita professionale all’interno dell’azienda e nel territorio marchigiano attraverso l’attenzione responsabile verso le scuole di formazione tecnica e la guida dell’ISTAO".

A Gianluca Martino il Premio è stato assegnato "per aver reso concreto il progetto Arduino (ideato nel 2005 dal team di Massimo Banzi nell’ambito dell’Interaction Design Institute di Ivrea), realizzando una piattaforma microcontroller elettronica open source, espressione di un modello di sviluppo tecnologico-industriale basato sulla condivisione libera delle conoscenze attraverso comunità in rete. Alla guida di Smart Projects, ha dato fiducia al territorio promuovendo nel Canavese una filiera di piccole fabbriche-laboratorio e mostrando che con creatività e giovane impegno imprenditoriale si può avere successo sui mercati internazionali dell’high-tech".

Per maggiori informazioni
www.arcoliv.org