Home > Pubblicazioni > Collana Intangibili
Nel segno di Comunità. Giovanni Maggia
La Fondazione Adriano Olivetti dal 1987 al 1998 e la nascita dell’Archivio Storico
A cura di Francesca Limana
Pubblicato nel 2014
Collana Intangibili 25 - 57pp. - ISBN: 978 88 96770 23 8

Nel segno di Comunità è un progetto di ricerca che attraverso la narrazione intende ricostruire la storia della Fondazione Adriano Olivetti. Le interviste rappresentano le stazioni di un percorso arricchito dai documenti conservati negli archivi della Fondazione, a disposizione di ricercatori e studiosi.

Innovazione, scienze sociali, politiche costituzionali, formazione sono i fili conduttori della Fondazione Adriano Olivetti sin dal 1962. Fino ad oggi a tracciare il profilo delle attività della Fondazione almeno fino agli anni Ottanta, sono stati i suoi Segretari Generali: Massimo Fichera e Sergio Ristuccia.
A queste testimonianze si aggiunge quella di Giovanni Maggia attraverso cui si fa luce su una trama fatta di due storie: quella della fabbrica Olivetti e quella della famiglia Olivetti. Due storie impossibili da separare, almeno fino alla fine degli anni Sessanta, fino a che Roberto Olivetti, primo figlio di Adriano, ebbe un ruolo nella fabbrica. E a tessere questa tela sarà dunque il racconto di Giovanni Maggia, storico dell’economia, studioso dell’esperienza olivettiana e dal 1987 al 1998 Segretario Generale della Fondazione. E fu proprio negli anni Ottanta che, anche grazie alla competenza e alla passione di Giovanni Maggia, si diede una prima struttura all’Archivio Olivetti di Ivrea, che oggi raccoglie un patrimonio e un’eredità non meno importante delle architetture olivettiane già in lista per diventare patrimonio UNESCO.