L’Archivio e la Biblioteca della Fondazione Adriano Olivetti a Roma

Quattro clip realizzate sulla storia e sull’attualità della biblioteca e dell’archivio conservato nella sede di Roma, grazie a un finanziamento della Regione Lazio (L.R. n. 24/2019 –Assegnazione di contributi per il sostegno del funzionamento degli Istituti Culturali Regionali iscritti all’Albo per il triennio 2020-2022. Piano annuale 2020).
Nella prima clip, una visita guidata con Beniamino de’ Liguori Carino, negli spazi della sede romana della Fondazione Adriano Olivetti, in cui è ospitata la Biblioteca personale di Camillo e Adriano Olivetti, insieme con altre importanti collezioni, e il patrimonio archivistico delle attività della Fondazione Adriano Olivetti dal 1962 ad oggi.
Nella seconda clip, Annalisa Galardi introduce l’attualità del nostro patrimonio attraverso alcuni esempi paradigmatici dell’esperienza olivettiana, tra storytelling e cultura glocal.
La terza clip è dedicata a un approfondimento della Biblioteca personale di Camillo Olivetti che contiene circa 3000 volumi ed insieme a quella di Adriano Olivetti costituisce un nucleo aderente al polo SBN degli Istituti Culturali di Roma (IEI).
Nella quarta e ultima clip abbiamo scelto di approfondire la figura di Camillo Olivetti attraverso una breve visita virtuale alla mostra Camillo Olivetti, la storia di un pioniere italiano, raccontata da Francesca Limana.

 

 

La Fondazione Adriano Olivetti è tra i 44 istituti della Regione Lazio, che conservano e valorizzano patrimoni culturali di grande valore

Un archivio dichiarato di notevole interesse storico

archivio Milton Gendel

Di particolare rilievo per la storia politica, economica e sociale italiana, l’archivio è stato dichiarato nel 2004 di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio.

L’Archivio romano è andato ampliandosi nel corso degli anni grazie a donazioni di fondi documentali di enti o personalità che hanno collaborato a vario titolo con Adriano Olivetti:

Fondo Luigi Bianchi (in fase di riordino);

Fondo Anna Maria Levi (comprendente la collezione completa delle riviste “Centro Sociale” e “International Community Development” integralmente digitalizzate e disponibili in rete grazie alla collaborazione con il BESS-Biblioteca Elettronica di Scienze Sociali ed Economiche del Piemonte)

Fondo Gabriele Panizzi (in fase di riordino)

Fondo Umberto Serafini (in fase di riordino)

Fondo Milton Gendel (in fase di riordino)

Fondo Angela Zucconi (1944-1999).

Quest’ultimo fondo documentale comprende anche materiale inerente la costituzione e i rapporti con il Centro di educazione professionale per assistenti sociali CEPAS di cui la Fondazione Adriano Olivetti è stata tra i promotori, specificamente attraverso l’operato di Angela Zucconi. Il fondo è stato riordinato grazie al Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste.

Esplora i nostri inventari

Related contents

Rimani aggiornato sulle nostre attività

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email