Continua il tour di “Universo Olivetti: comunità come utopia concreta” in tutto il mondo, andando a toccare Maghreb e Medio Oriente con due tappe in Algeria e Qatar.

Il percorso espositivo organizzato in quattro grandi sezioni tematiche è sviluppato in chiave interdisciplinare e permette di ammirare una grande varietà di grafiche, documenti originali, riproduzioni. Le quattro sezioni – Fabbrica, Cultura e Immagine, Città e Politica, Società – accompagnano i visitatori attraverso un fedele spaccato culturale, sociale e imprenditoriale dell’impresa e del pensiero olivettiano.

Il tour mondiale della mostra realizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) in collaborazione con la Fondazione MAXXI e la Fondazione Adriano Olivetti e con il supporto di Olivetti (Main Sponsor) e Translated (Sponsor) è stata inaugurata ad Algeri il 16 luglio.
Grazie al contributo dell’Ambasciata d’Italia in Algeria e l’Istituto italiano di Cultura di Algeri in collaborazione con il Ministero della Cultura e della Arti algerino, Universo Olivetti ha aperto le porte nella splendida cornice del Palais de la Culture Moufdi Zakaria, ospitando i visitatori durante il periodo estivo, fino al 28 agosto.

All’inaugurazione sono intervenuti Soraya Mouloudji, Ministra algerina della cultura e delle arti, Giovanni Pugliese, Ambasciatore italiano in Algeria e Antonia Grande, Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Algeri, alla presenza dei curatori Pippo Ciorra (MAXXI) e Matilde Trevisani.

Universo Olivetti continua il suo viaggio verso il Medio Oriente, in Qatar, per arrivare a Doha.

Grazie alla collaborazione tra l’Ambasciata d’Italia a Doha e Msheireb Museums, fino al 7 gennaio 2023 la mostra sarà ospitata nei locali della Mohammed bin Jassim House nel quartiere di Msheireb, al centro di Doha, primo progetto al mondo di rigenerazione sostenibile del centro cittadino e punto nevralgico per la cultura della capitale del Qatar.

Alla cerimonia di inaugurazione del 5 ottobre sono intervenuti l’Ambasciatore Alessandro Prunas, Maryam Al Jassim di Msheireb Properties  e Matilde Trevisani,  che ha introdotto e illustrato al pubblico l’esperienza olivettiana e il suo valore universale raccontato nel percorso espositivo. La mostra ne celebra l’impatto storico e sociale sul mondo dell’arte, della tecnologia, dell’urbanistica e della cultura d’impresa attraverso una visione politica innovativa e visionaria. La mostra è arricchita da una esposizione fotografica con i contributi di Luca Campigotto, Claudio Gobbi, Francesco Mattuzzi e Valentina Vannicola che raccontano il rapporto di Adriano Olivetti con la città di Ivrea e la sua eredità con la città industriale modello del XX secolo divenuta patrimonio UNESCO nel 2018.

Nella giornata del 6 ottobre le studentesse di design della Virginia Commonwealth University e successivamente le studentesse di architettura della Qatar University hanno avuto modo di partecipare a una lezione e ad una visita guidata dedicata a loro, potendo godere interamente della mostra per approfondire gli aspetti di design e architettura presenti all’interno del percorso espositivo di “Universo Olivetti: comunità come utopia concreta”.

Il museo sarà accessibile gratuitamente fino a gennaio 2023, dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 17:00 e il venerdì dalle 15:00 alle 21:00, permettendo agli abitanti della città e ai milioni di visitatori che la raggiungeranno per assistere importanti eventi internazionali di conoscere da vicino la storia e l’eredità di Adriano Olivetti.

 

Approfondisci i dettagli della mostra e ripercorri tutte le tappe

Altri argomenti che potrebbero interessarti

Precedente
Successivo

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email